In viaggio per l'Italia, tra ristoranti e cantine, alla scoperta della vera tradizione italiana

Il pesto alla Pantesca

Il pesto pantesco è una delle ricette tipiche più buone che potrete assaggiare se vi trovaste a trascorrere qualche giorno nella meravigliosa isola di Pantelleria: che sia pasta o bruschetta il suo sapore rimarrà legato al sole, al mare e al vento che in questa aspra e intensa isola del Mediterraneo sono parte integrante.

Immancabili i capperi di Pantelleria così come le mandorle, i pomodori rossi e maturi, il basilico e a piacere uno spicchio d’aglio e di peperoncino, da preparare rigorosamente al mortaio perché l’uso del mixer trasformerebbe i vari ingredienti in una poltiglia indistinguibile.

Ingredienti

40 gr di capperi
800 gr di pomodori secchi
40 gr di mandorle pelate
10-12 foglie di basilico
1 spicchio di aglio
qb olio EVO
a piacere peperoncino
qb sale

Preparazione

Versate le mandorle precedentemente tostate nel mortaio assieme ai capperi (dissalateli lasciandoli a mollo per 10 minuti cambiando l’acqua).

Aggiungete anche l’aglio cui avrete tolto l’anima e pestate questi primi ingredienti per qualche minuto. Non preoccupatevi se il pesto risulterà piuttosto slegato e grossolano.

Lavate il basilico e aggiungetelo nel mortaio mortaio unitamente a qualche pezzetto di peperoncino e continuate a pestare. A questo punto unite il pomodoro al pesto, aggiungete un filo d’olio extra vergine per renderlo più morbido e mescolate così da amalgamare tutti gli ingredienti.

Questo pesto tipico dell’isola di Pantelleria è fortemente collegato storicamente con il famoso pesto genovese, un condimento particolarmente apprezzato dai marinai. E furono proprio i marinai genovesi che portarono il pesto anche in Sicilia e a Pantelleria in particolare dove fu arricchito da ingredienti locali.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *