Home » Gli spaghetti Cacio&Pepe

Gli spaghetti Cacio&Pepe

Il piatto cacio e pepe rappresenta una delle creazioni culinarie più celebri e apprezzate della tradizione gastronomica di Roma, caratterizzato dall’uso di ingredienti limitati ma di elevata qualità: pasta, pecorino romano e pepe nero. Questo primo piatto si distingue per la sua semplicità e raffinatezza, richiedendo una particolare attenzione nella preparazione per ottenere un risultato impeccabile. L’elemento cruciale per il successo di questa pietanza è la realizzazione di una salsa morbida e cremosa che si fonde perfettamente con gli spaghetti o i tonnarelli, evitando la formazione di grumi. La chiave per raggiungere tale consistenza ideale risiede nell’utilizzo di pecorino romano di media stagionatura, che offre l’equilibrio perfetto tra consistenza e intensità di sapore, e di pepe nero fresco, che va schiacciato al momento e tostato per intensificarne il profumo. È fondamentale anche l’impiego dell’acqua di cottura della pasta, ricca di amido, per amalgamare formaggio e pepe. Preparare la pasta cacio e pepe richiede pochi minuti, ma necessita di precisione e prontezza. Seguendo la nostra ricetta dettagliata, arricchita di video e step fotografici, potrai realizzarla con successo anche nella tua cucina.

  • SPAGHETTI 400 gr
  • PECORINO ROMANO 170 gr
  • PEPE NERO in grani pestato – 4 gr
  • SALE q.b.

Per ottenere una cacio e pepe impeccabile, inizia schiacciando i grani di pepe in un mortaio, impiegando forza e un movimento più circolare che diretto verso il basso. Optare per il pepe in grani garantisce un gusto più intenso rispetto alla versione pre-macinata. Aggiungi un po’ di sale nell’acqua e cuoci gli spaghetti.
Versa il pepe macinato in una padella spaziosa, che dovrà poi accogliere la pasta per finire la cottura, e tostalo a fuoco acceso. Dopo un minuto, unisci due mestoli dell’acqua di cottura e lascia evaporare a fuoco vivace.
Prendi il pecorino grattugiato e mettilo in una ciotola separata, aggiungi un mestolo di acqua e mescola fino a ottenere una crema omogenea e densa. Nel caso si preferisca un gusto meno intenso, è possibile combinare il pecorino con del parmigiano grattugiato, benché ciò possa alterare l’autenticità della ricetta. Assicurati che il parmigiano sia anch’esso ben stagionato per evitare che formi grumi anziché mantecarsi nella crema.
Scola la pasta quando è ancora molto al dente e trasferiscila nella padella con il pepe. Aggiungi un po’ dell’acqua di cottura e, mescolando continuamente, lascia che la pasta assorba i liquidi, poi incorpora la crema di pecorino. Con l’aggiunta di un altro mestolo d’acqua, assicurati che il formaggio si fonda completamente, creando una consistenza cremosa. Completa con un’ulteriore spolverata di pecorino e fai saltare la pasta un’ultima volta.
Servi il piatto guarnendo con un’ulteriore spolverata di pecorino e una macinata di pepe fresco per un tocco finale perfetto.

“Tra i vicoli storici di Roma, dove l’eco del passato si fonde con i sapori autentici della tradizione culinaria, (per noi – ndr)sorgono due templi del gusto che celebrano l’arte culinaria capitolina: Felice a Testaccio e Al Matriciano. Qui, la cacio e pepe non è semplicemente un piatto, ma un’ode alla semplicità elevata a sublime eccellenza, dove ogni forchettata è un viaggio nel cuore pulsante della cultura romana. La magia inizia con la fusione perfetta di pecorino romano e pepe nero, in una danza di sapori che incanta il palato, un capolavoro culinario, dove la tradizione si fonde con la maestria degli chef, rendendo ogni assaggio un’esperienza indimenticabile. In queste sacre istituzioni gastronomiche, la cacio e pepe raggiunge l’apoteosi del gusto, invitando viaggiatori e buongustai a rendere omaggio al vero spirito di Roma.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.