Home » Rivoluzione del Made in Italy: la nuova legge che valorizza l’Eccellenza Italiana

Rivoluzione del Made in Italy: la nuova legge che valorizza l’Eccellenza Italiana

Dal Fondo Sovrano di un miliardo all’istituzione del Liceo del Made in Italy, ecco le novità della Legge n. 206/2023

La legge sul Made in Italy, approvata e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 27 dicembre 2023, rappresenta una svolta significativa nella politica industriale italiana. Conosciuta come la legge n. 206/2023 e in vigore dall’11 gennaio 2024, questa legislazione mira a valorizzare, promuovere e tutelare le eccellenze italiane.

Tra le sue principali caratteristiche, spicca la creazione del “Fondo Strategico Nazionale del Made in Italy“, dotato di un miliardo di euro. Questo fondo sosterrà le filiere strategiche nazionali. Inoltre, sono previsti incentivi specifici per l’imprenditoria femminile, con una riserva di 15 milioni di euro.

La legge introduce anche misure per promuovere la proprietà industriale, sostenere investimenti in settori specifici come quello del legno-arredo e tutelare la proprietà intellettuale. La lotta alla contraffazione è un altro aspetto chiave, con l’adozione di un contrassegno ufficiale “Made in Italy” e l’uso della Blockchain per la tracciabilità dei prodotti.

Un elemento innovativo è l’istituzione del Liceo del Made in Italy, un nuovo percorso scolastico dedicato a promuovere competenze legate all’eccellenza italiana. Questo liceo offrirà conoscenze storico-giuridiche, artistiche, linguistiche, economiche e di mercato, con particolare attenzione alle specificità dei territori. Il primo ciclo scolastico inizierà nell’anno 2024/2025, con le iscrizioni aperte da gennaio 2024.

La legge prevede inoltre la creazione della Fondazione “Imprese e Competenze per il Made in Italy”, per collegare le imprese di eccellenza ai licei e favorire l’inserimento degli studenti nel mondo del lavoro.

Altre iniziative riguardano la valorizzazione della filiera dell’olio di oliva vergine, normative per il settore termale, la nautica, e la produzione di fibre tessili naturali e concia della pelle. La legge stabilisce anche il 15 aprile come giornata nazionale del Made in Italy, a celebrazione della creatività e dell’eccellenza italiana.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.